SIEP – Regioni e Salute Mentale

La SIEP – Società Italiana di Epidemiologia Psichiatrica pubblica nella propria newsletter mensile l’analisi dei sistemi per la salute mentale di tutte le Regioni italiane. Hanno aperto la rubrica la Regione Piemonte, la Regione Emilia Romagna e la Regione Sicilia. L’analisi, condotta sui dati conferiti dalle singole Regioni al Ministero della Salute e pubblicati nel Rapporto Salute Mentale, ha consentito di evidenziare – per ciascuna Regione – il «posizionamento» degli indicatori selezionati rispetto al valore medio nazionale, nonché i punti di forza e di debolezza dei singoli sistemi Regionali e le criticità che meritano di essere affrontate.

“Ben prima che la “regionalizzazione della sanità” fosse sancita dalla Riforma Costituzionale del 2001, la Legge 180 e la 833 del 1978 assegnavano alle Regioni il compito e la responsabilità di programmare sistemi di cura per la salute mentale che rispondessero ai principi della deistituzionalizzazione e della territorializzazione dell’assistenza.  Continua a leggere su  http://siep.it/regioni-e-salute-mentale/

 

Leggi i numeri della Regione Piemonte

Leggi i numeri della Regione Emilia Romagna

Leggi i numeri della Regione Sicilia

Sfratti alle associazioni: la Corte dei Conti fa cadere le accuse

di Paola Springhetti da Retisolidali

Sono ormai 22 le sentenze favorevoli ai funzionari che avevano firmato le concessioni. Restano i danni per associazioni e cittadini.

Le sentenze sugli affitti alle associazioni sono assolutorie e i magistrati della Conte dei Conti sembrano decisi a lasciar decadere progressivamente la cause contro i funzionari comunali, che negli anni scorsi avevano firmato le concessioni di sedi ad associazioni ed enti non profit a prezzo agevolato e che di conseguenza si erano visti accusare di danno erariale. Dovrebbe essere una svolta definitiva, anche se non è chiaro che cosa succederà alle associazioni che nel frattempo hanno ricevuto lo sfratto e, in qualche caso, lasciato le sedi e già pagato gli arretrati richiesti. Continue Reading…

Sfrattopoli: associazioni di volontariato e terzo settore colpiti da provvedimenti amministrativi criminali

di Rita Mazzeo – da il Corviale, giornale delle periferie

Si pensava di aver toccato il fondo con Mafia Capitale e invece leggiamo su carte e cartelle impazzite che chi persegue il bene comune e combatte ogni giorno il degrado a Roma è più criminale di chi ha lucrato per anni sul disagio. Sono le cifre a dirlo: 100 milioni di euro è il danno erariale ipotizzato dalla Conte dei Conti, nell’ambito della inchiesta erroneamente chiamata “Affittopoli”, per canoni di locazione non riscossi su immobili che il Comune ha concesso, a partire dagli anni ’80, per uso sociale, contro i 21 milioni circa quantificati per Mafia Capitale.

Continue Reading…