PERCORSI INTEGRATI FINALIZZATI A PREVENIRE E RIMUOVERE OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE NEI CONFRONTI DI CATEGORIE DI SOGGETTI VULNERABILI

Con il presente avviso, su impulso dell’Assessorato Lavoro, Università, Scuola, Formazione, Ricerca, Merito, la Direzione regionale Istruzione, Formazione e Politiche per l’Occupazione in qualità di AdG del PR FSE+ 2021-2027 intende avviare una nuova iniziativa a sostegno di fasce di popolazione particolarmente vulnerabili a causa del loro status sociale e economico che le rendono esposte a forme di discriminazione.

L’avviso finanzia pertanto progetti integrati di attività di presa in carico, orientamento, formazione, al fine di ampliare le opportunità di inclusione sociale, rafforzare i percorsi di attivazione rivolti alle  categorie più fragili, sperimentando azioni di innovazione socio-lavorativa con il coinvolgimento attivo delle associazioni e organizzazioni di riferimento che operano sul territorio regionale, al fine di definire un modello di governance e di erogazione di servizi standardizzati e conseguire così elevati livelli di qualità per l’erogazione dei servizi stessi.

L’intervento proposto dovrà essere costituito da una o più delle seguenti attività:

  1. azioni di ascolto, anche tramite colloqui telefonici e in presenza;
  2. protezione e accoglienza;
  3. supporto psicologico;
  4. assistenza legale;
  5. orientamento all’autonomia abitativa;
  6. orientamento al lavoro con previsione di corsi di in/formazione, consulenza e orientamento per l’inserimento lavorativo.

L’intervento può quindi prevedere anche la predisposizione di un programma di formazione, sostegno e avviamento lavorativo mediante progetti specifici da realizzarsi a seconda delle scelte progettuali tramite il coinvolgimento degli operatori della formazione o agenzie per il lavoro.

L’erogazione dei servizi di cui ai precedenti punti da a) a e) deve avvenire attraverso la disponibilità di uno “sportello”, con giorni e orari di apertura al pubblico definiti, da collocare in locali appositamente dedicati a tale attività.

La proposta progettuale, nell’ambito dei costi ammissibili, deve garantire un corretto equilibrio tra le diverse componenti tecniche, assegnando una specifica priorità alle attività di supporto diretto alle persone.

 

Percorsi integrati finalizzati a prevenire e rimuovere ogni forma di discriminazione nei confronti di categorie di soggetti vulnerabili – LazioEuropa

Schizofrenia, buone notizie per 24 milioni di pazienti In arrivo il primo farmaco antipsicotico iniettabile solo una volta ogni 2 mesi con iniezione intramuscolare nel gluteo

(dal sito DIRE) Buone notizie per 24 milioni di persone, ovvero 1 su 300 (0,32%), affette in tutto il mondo da schizofreniamalattia mentale cronica, invalidante e progressiva, caratterizzata da deliri, allucinazioni e disturbi cognitivi, che possono manifestarsi a intervalli variabili tra periodi di relativa stabilità sintomatica: le aziende farmaceutiche Otsuka e Lundbeck hanno infatti annunciato che il Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell’Agenzia europea dei medicinali (European Medicine Agency- Ema) ha espresso parere positivo e ha raccomandato la concessione dell’autorizzazione all’immissione in commercio nell’Unione Europea (Eu) di aripiprazolo in formulazione iniettabile a lunga azione (Lai) somministrato una volta ogni due mesi per il trattamento di mantenimento della schizofrenia nei pazienti adulti stabilizzati con aripiprazolo

Continua a leggere sul sito DIRE…

AVVIAMENTO AL LAVORO DELLE PERSONE CON DISABILITÀ PRESSO DATORI DI LAVORO PUBBLICI

Favorire l’avviamento al lavoro delle persone con disabilità di cui all’art. 1 comma 1 della L. 68/99 ss.mm.ii. presso i datori di lavoro pubblici , attraverso la formazione di un’apposita graduatoria limitata a coloro che aderiscono alla specifica occasione di lavoro ai sensi e per gli effetti dell’art. 7, comma 1 bis della L. 68/99 ss.mm.ii.

Continua a leggere….

Serve un piano per la salute mentale in Italia. La lettera al «Corriere» degli psichiatri

Materia di discussione continua è la crisi che il sistema sanitario sta attraversando in tutto il nostro Paese dalle Alpi al Mediterraneo. Proviamo ad affrontare questo ragionamento con alcune riflessioni che riguardano la «salute mentale», per poi poterlo estendere anche a tutte le altre discipline. Perché partire dalla salute mentale? I bisogni di salute mentale sono cresciuti negli ultimi 15 anni, amplificati durante e dopo la pandemia con conseguenze a distanza in particolare su adolescenti, giovani adulti e donne;

Continua a leggere…

ASSEGNO DI INCLUSIONE: Linee di indirizzo sulla presa in carico per le persone in condizione di svantaggio

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali ha firmato il 29 dicembre 2023 il decreto n. 160, con il quale vengono approvate le Linee di indirizzo sugli elementi fondanti la presa in carico, sociale integrata e il progetto personalizzato rivolti alle persone in condizioni di svantaggio come definite al comma 5 dell’articolo 3 del DM 154 del 13 dicembre 2023 di attuazione dell’Assegno di Inclusione.

Continua a leggere…