La Salute Mentale nella Griglia LEA

da www.siep.it

“È lecito a questo punto chiedersi come viene valutata la capacità di erogazione delle Regioni dei Livelli Essenziali di Assistenza per la Salute Mentale e come incide questa valutazione sul giudizio complessivo assegnato alla Regione.
Ebbene, desta non poca sorpresa notare che il Paese nel quale da 40 anni una Riforma ha letteralmente cambiato il volto e la sostanza dell’assistenza psichiatrica, che unico al mondo ha chiuso gli Ospedali Psichiatrici e di recente anche gli OPG, trasferendo il cuore della cura dal posto letto alla comunità, dedichi alla Salute Mentale, alla “verifica dell’effettiva erogazione delle prestazioni sul territorio nazionale” un solo indicatore, con scarse capacità informative, valorizzato in modo perlomeno discutibile.”

Leggi l’intero articolo su  http://siep.it/la-salute-mentale-sulla-griglia/

“La Città che Cura”: seminario Roma 13 novembre

Il prossimo 13 novembre si svolgerà presso la Sede della Regione Lazio a Roma un Seminario di studio sulla salute mentale  dal titolo “La Città che Cura”, organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio, in collaborazione con la Asl Roma 4 e con la Regione Lazio. Il Seminario vuole rappresentare una memoria a 40 anni dall’entrata in vigore della legge 180 che ha costituito un punto di non ritorno per l’acquisizione di diritti fondamentali per tante persone con disturbi mentali.

Per informazioni:

https://www.santegidio.org/

Giornata mondiale della Salute Mentale

La tutela della salute e della salute mentale è un diritto umano costituzionalmente garantito.

Compito dello Stato e delle sue componenti istituzionali è garantire tale diritto, attraverso azioni concrete di prevenzione, cura e riabilitazione.
Le norme italiane, prevedono che tali azioni siano garantite da un sistema organizzativo territoriale (i Dipartimenti di Salute Mentale), attraverso una pluralità di servizi e interventi ben definiti, su tutto il territorio nazionale. Tali interventi devono essere garantiti dalla multidisciplinarità del personale che vi opera, nel rispetto della dignità e della libertà delle persone che si rivolgo ai servizi, e verso i cittadini tutti, di tutte le età, di qualunque estrazione sociale. Tutti gli interventi di cura sono finalizzati al raggiungimento della guarigione possibile (recovery) e alla emancipazione sociale. I percorsi di cura e riabilitazione sono integrati e individuali, attraverso l’attivazione dei “piani terapeutici abilitativi individuali”. Continue Reading…

“Matti per la corsa – Corriamo insieme” 4° edizione

L’Associazione di volontariato “Si può fare di più”, in collaborazione con il DSM della ASL Rm2 e con il supporto del CESV (Centro Servizi Volontariato), organizza, domenica 04 novembre 2018 la 4° edizione “Matti per la corsa – Corriamo insieme”.
La Manifestazione consisterà in una gara agonistica di 10 km e in una camminata di solidarietà e culturale di 5 km all’interno del Parco della Caffarella (ingresso presso Largo Tacchi Venturi) con visita guidata ai siti archeologici.
Sarà sviluppato un percorso culturale che leghi il disagio al territorio e alle Istituzioni preposte alla diffusione della cultura.
L’Aresam, insieme ad altre Associazioni, ha aderito all’organizzazione dell’evento sia, per chi volesse partecipare alla gara podistica, sia per la Camminata di solidarietà-culturale.
Con tale manifestazione si vuole ribaltare l’immagine della persona con disagio psichico, non più confinata nei luoghi della cura, ma presente e protagonista in quelli della promozione della cittadinanza attiva, dello sviluppo e della coesione sociale.

Per informazioni:

https://sites.google.com/site/mattiperlacorsa/home

La Salute Mentale nelle varie fasi della vita: pubblicato report Istat 2015-2017

Il benessere mentale è una componente essenziale della definizione di salute secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Una buona salute mentale consente agli individui di realizzarsi, di superare le tensioni della vita di tutti i giorni, di lavorare in maniera produttiva e di contribuire alla vita della comunità. La sua compromissione può avere un notevole impatto sul consumo di servizi sanitari ed è oggetto, più di altre patologie, di stigma sociale.
Per questo motivo in ambito internazionale si richiede che i governi di ciascun paese realizzino azioni di prevenzione dei disturbi mentali e di salvaguardia e promozione della salute mentale in ogni fase della vita.
Nei limiti consentiti dalla complessità del fenomeno, il quadro informativo presentato in questo Report si basa su un’ampia varietà di fonti Istat e di quelle messe a disposizione dal Ministero della salute e dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (Miur).

LEGGI IL REPORT ISTAT