Consulta Dipartimentale Salute Mentale Roma 2: decisione unanime per la promozione di percorsi di inclusione sociale

da Consulta Dipartimentale Salute Mentale ASL Roma 2

Questa Consulta dipartimentale per la salute mentale nel ribadire,  nella riunione del 16/1/2018,  la fondamentale importanza dell’inclusione sociale e lavorativa in tutte le sue forme  ai fini della prevenzione dell’aggravamento e della cronicizzazione del disturbo delle persone con disagio psichico-sofferenza mentale e per il pieno recupero della loro autonomia, sottolinea l’urgenza della piena attuazione  delle procedure previste dalla legge 381/1991, art. 5, comma 1 (Inserimenti lavorativi soggetti svantaggiati e disabili), recepita dalla Regione Lazio con L.R. 24/96 la quale dispone che: “allo scopo di favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate  l’Amministrazione regionale e quella degli Enti da questa dipendenti riservano annualmente una quota dell’affidamento dei lavori concernenti la manutenzione ordinaria e straordinaria, nonché l’acquisizione di Beni e Servizi alle Cooperativa sociali…”.  Continue Reading…

Il dolore e la cura: la sofferenza mentale in un Centro Diurno

di Ilaria Donatio da www.stradeonline.it 

Di loro (e di se stessa) Alda Merini disse: “ho cominciato a piangere per gioco, e poi ho creduto
 che fosse il mio destino”. Eppure i pazienti del Centro Diurno “Pasquariello” – Asl Roma 1 – sorridono e sembrano felici di ricevere visite. Soprattutto, sono orgogliosi di raccontare quello che fanno. E Adele, Vito, Fabio, Gianluca, Elio, Gabriele e Fabrizio di cose belle ne fanno eccome! Ci sono il laboratorio di scrittura, quello di foto e di video, di informatica e grafica, c’è il gruppo che si occupa di estetica, c’è anche il corso di cinema: le attività settimanali del Centro Diurno sono numerose.  Continue Reading…

“Welfare status” e “società del malessere”

di Girolamo Digilio

Nel ribadire l’affermazione del valore del “welfare status” fin qui realizzato dalle democrazie europee e, al tempo stesso, la necessità di un momento di confronto e di riflessione per renderlo più adeguato alle attuali condizioni dell’uomo nella società e ai suoi bisogni, più equo e più efficiente, vorrei ribadire l’esigenza di dare il dovuto rilievo alla stretta correlazione fra il concetto di welfare status tradizionalmente inteso come sistema di protezione e di aiuto risarcitorio per “eventi avversi” e quello di “welfare nel lavoro” Continue Reading…

Padiglione 25 al Santa Maria della Pietà

Torna alle origini, nell’ex ospedale psichiatrico di Roma, una storia che proprio lì è iniziata più di quaranta anni fa quando, nell’estate del 1975, un gruppo di infermieri, ispirati dalle idee di Franco Basaglia, decide di autogestire uno dei Padiglioni. Si trasferiscono con 20 pazienti al Padiglione 25, osservano il “non rispetto delle regole” e scrivono un diario, un racconto in presa diretta di questa esperienza rivoluzionaria che è l’inizio del cambiamento.

 

Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità

PASSEGGIATA CULTURALE NELLA STORIA DI SETTECAMINI
2 Dicembre 2017, h 10.30 Parco Insieme – via di Casal Bianco, s.n.c.

La Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali in collaborazione con la Cooperativa Sociale Integrata Conto alla Rovescia Onlus, in occasione della Giornata Mondiale per la Disabilità, presenta un percorso culturale sulla storia di Settecamini che vedrà gli utenti del Laboratorio di Informatica applicata all’Archeologia del Centro Diurno Ornitorinco in veste di accompagnatori turistici.
Il lavoro è stato realizzato a seguito di un percorso di ricerca sui b­­eni Storico-Artistici e Archeologici del quartiere compiuto durante il percorso formativo.

Analisi SIEP: assistenza psichiatrica a macchia di leopardo

La Società Italiana di Epidemiologia Psichiatrica sistematizza i dati del Ministero della Salute e tira le somme analizzando tutti i servizi di assistenza psichiatrica Regione per Regione e segnalando per ciascuna i punti forza e debolezza. Si va così da nessun punto di forza in Piemonte agli 11 del Friuli Venezia Giulia che tuttavia presenta criticità sui servizi territoriali, nella presa in carico dei casi e in quelli di schizofrenia in particolare. Leggi il documento