La Salute Mentale nella Griglia LEA

da www.siep.it

“È lecito a questo punto chiedersi come viene valutata la capacità di erogazione delle Regioni dei Livelli Essenziali di Assistenza per la Salute Mentale e come incide questa valutazione sul giudizio complessivo assegnato alla Regione.
Ebbene, desta non poca sorpresa notare che il Paese nel quale da 40 anni una Riforma ha letteralmente cambiato il volto e la sostanza dell’assistenza psichiatrica, che unico al mondo ha chiuso gli Ospedali Psichiatrici e di recente anche gli OPG, trasferendo il cuore della cura dal posto letto alla comunità, dedichi alla Salute Mentale, alla “verifica dell’effettiva erogazione delle prestazioni sul territorio nazionale” un solo indicatore, con scarse capacità informative, valorizzato in modo perlomeno discutibile.”

Leggi l’intero articolo su  http://siep.it/la-salute-mentale-sulla-griglia/

Approvate le linee guida regionali sul “Dopo di Noi”

Con la Delibera n. 454 del 25/07/2017 la Regione Lazio ha approvato il Piano regionale sul “Dopo di noi” stabilendo le modalità operative di attuazione della legge 112/2016 sull’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare e ripartisce agli ambiti territoriali le risorse del nuovo Fondo nazionale per il “Dopo di noi” trasferite al Lazio, che ammontano a 9,1 milioni di euro.

Leggi la Delibera

Caregivers familiari: l’audizione a Bruxelles   

La Voce del Trentino

di Mario Amendola – da La Voce del Trentino                

I caregivers familiari non demordono! Giovedì scorso, 22 giugno 2017, alcuni rappresentanti del coordinamento nazionale delle famiglie italiane di disabili gravi e gravissimi sono stati ricevuti a Bruxelles al Parlamento Europeo dalla Commissione Petizioni.
L’audizione è stata chiesta da Maria Simona Bellini, che presiede il comitato, per il mancato rispetto dei diritti umani fondamentali dei caregivers familiari in Italia, dopo che il governo italiano per l’ennesima volta ha dimostrato quanto poco si interessa alle sorti dei suoi cittadini più bisognosi e meritevoli d’aiuto, mentre, quasi in tutti i Paesi della UE la figura dei caregivers è ormai ampiamente riconosciuta e tutelata con atti concreti, aiuti economici ed agevolazioni pensionistiche.
Continue Reading…

Assegno al nucleo familiare (ANF) in cui sia presente un persona inabile

di  Avv. Nadia Delle Side da www.invalidi-disabili.it

L’assegno al nucleo familiare (ANF) è un sostegno economico erogato dall’Inps alle famiglie dei lavoratori dipendenti o dei pensionati da lavoro dipendente. Ha la funzione di sostenere le famiglie formate da più persone, con redditi compresi entro un determinato limite; anche l’ammontare dell’assegno è differente a seconda del numero dei componenti il nucleo famigliare e della loro particolare situazione, ossia se nel nucleo familiare vi siano componenti disabili, minori, ecc. Infatti, l’Inps dispone di tabelle per l’assegno al nucleo familiare distinte per tipologia e situazione familiare. In particolare, la tabella 14 ANF è quella riservata ai nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore, in cui sia presente almeno un componente inabile, o ai nuclei familiari con entrambi i genitori, senza figli minori e con almeno un figlio maggiorenne inabile. In tal caso, ai fini del diritto all’assegno per il nucleo famigliare occorre che la somma dei redditi del nucleo sia costituita, almeno per il 70%, da redditi di lavoro dipendente o assimilati.

Ai fini del diritto all’Assegno chi è considerato inabile?

Continue Reading…

Il riconoscimento dei diritti dei Cargivers familiari fa i primi passi

A fine gennaio ha avuto inizio finalmente  l’iter legislativo, in Commissione Lavoro e Previdenza Sociale del Senato,  per il riconoscimento dei diritti dei cosidetti “caregivers” familiari, e cioè ), ovvero di coloro che, volontariamente e senza alcun compenso, assistono una persona non autosufficiente a causa dell’età avanzata, di invalidità o di malattia, facendosi  carico delle sofferenze e delle fragilità di un proprio caro e affrontando, spesso nel proprio domicilio, le complessità relazionali e assistenziali derivanti dall’invalidità e da patologie anche complesse. Continue Reading…

LEA, “Livelli Essenziali di Assistenza” e Sistema Sanitario Nazionale

di Girolamo Digilio , Presidente Onorario ARESAM

 La recente approvazione dei nuovi LEA ha posto fine alla esclusione dei cittadini dall’accesso ad  una serie di prestazioni del Sistema Sanitario di grande importanza per la prevenzione, diagnosi e cura, anche delle cosiddette “malattie rare”, ma spesso assai gravi, che coinvolgono a livello nazionale  alcune centinaia di migliaia di persone la cui esistenza e i cui specifici bisogni sanitari  sono stati finora ignorati dal SSN. Continue Reading…

Importanti decisioni legislative per l’assunzione dei lavoratori disabili

Le aziende con almeno 15 dipendenti saranno, dal 1° Gennaio 2017, obbligate ad assumere un lavoratore disabile. Tale obbligo è stato introdotto dal Decreto Legislativo n. 151/2015, c.d. Jobs Act, con il quale è stato soppresso il comma 2 dell’art. 3 della L. 68/1999 con decorrenza dal 1° gennaio 2017, facendo così scattare l’obbligo di assumere un lavoratore disabile anche a quelle Aziende che fino ad ora si erano tenute ad un organico stabile di 15 dipendenti, senza nuove assunzioni. Continue Reading…