Matti per il calcio vince contro le discriminazioni

da www.uisp.it

L’undicesima edizione della rassegna nazionale Uisp si chiude con quattro squadre vincitrici e un’unica sconfitta: il pregiudizio.

Tre giorni di calcio nessuno escluso e un modulo unico adottato dalle 16 squadre in campo: mettere in fuorigioco le discriminazioni. Questa è stata l’XI edizione di Matti per il calcio, rassegna nazionale dei Centri di salute mentale organizzata dall’Uisp, che si è conclusa sabato 23 settembre, a Montecatini Terme. Le squadre erano formate da persone con disagio mentale integrate con operatori, medici, infermieri. Al termine delle finali c’è stata anche una classifica, con un podio che ha visto vincitrici quattro squadre a pari merito: il Girasole di Treviglio (Bergamo), Araba Felice-Il Tulipano di Rovigo-Verona, Una ragione in piú-I Fenicotteri di Oristano, Real…mente di Roma.

Che sport è Matti per il calcio? “Lo sport piú difficile: favorire l’integrazione e vincere l’isolamento e farlo attraverso lo sport più conosciuto di tutti è un bel segnale”, commenta Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp, a Montecatini per la seconda edizione consecutiva della rassegna giunta alla sua undicesima “puntata”.

Ultime notizie Compartecipazione

Il Dipartimento Politiche Sociali del Comune di Roma ci ha informato che la data di avvio della procedura GAPS SRSR nei Municipi è stata fissata per il 25 Settembre e che l’applicativo è stato programmato per garantire la decorrenza della compartecipazione dalla data del 1 Luglio.

Questo significa che:

  • Dal 25 Settembre i Municipi accoglieranno le domande dei familiari (correlate da tutta la documentazione necessaria) .
  • E’ stata fissata un’ampia finestra temporale per la presentazione delle domande (fino al 31 Dicembre 2017) – invitiamo le famiglie a presentare al più presto le loro richieste per permettere agli uffici comunali di lavorarle con decorrenza 1 Luglio 2017.

Abbiamo sollecitato alla Regione Lazio chiarimenti sul problema creato dall’ avvenuta emissione delle fatture per i mesi di Luglio e Agosto indirizzate alle famiglie, che sta causando loro forti pressioni, anche perché nessuno ha chiaro se, a fronte di un pagamento non dovuto già effettuato, chi e come si provvederà alla loro restituzione, non essendo prevista questa ipotesi nella DGR 395.

Vi comunicheremo ulteriori sviluppi.

Marinella Cornacchia

Presidente ARESAM Onlus

Sfratti alle associazioni: la Corte dei Conti fa cadere le accuse

di Paola Springhetti da Retisolidali

Sono ormai 22 le sentenze favorevoli ai funzionari che avevano firmato le concessioni. Restano i danni per associazioni e cittadini.

Le sentenze sugli affitti alle associazioni sono assolutorie e i magistrati della Conte dei Conti sembrano decisi a lasciar decadere progressivamente la cause contro i funzionari comunali, che negli anni scorsi avevano firmato le concessioni di sedi ad associazioni ed enti non profit a prezzo agevolato e che di conseguenza si erano visti accusare di danno erariale. Dovrebbe essere una svolta definitiva, anche se non è chiaro che cosa succederà alle associazioni che nel frattempo hanno ricevuto lo sfratto e, in qualche caso, lasciato le sedi e già pagato gli arretrati richiesti. Continue Reading…

Il REBUS della Compartecipazione

di Marinella Cornacchia Presidente A.RE.SA.M Onlus

Con la DGR. 395 dello scorso 5 Luglio 2017, la Regione Lazio ha dato le indicazioni finali per quanto riguarda l’introduzione della compartecipazione dei familiari alle rette per la spesa sociale nelle SRSR.

A parte le nostre considerazioni di familiari sul valore della riabilitazione come parte imprescindibile del progetto socio terapeutico del singolo, che in questo caso viene ulteriormente colpito da gravami economici che alla lunga ne potrebbero limitare o condizionare l’uso, e seppure accogliendo la Regione le richieste delle Associazioni dei familiari per quanto riguarda l’innalzamento della sogli minima ISEE a 13.000 € (oltre la quale inizia progressivamente la contribuzione), la Delibera lascia ancora scoperti ed insoluti alcuni aspetti fondamentali per quanto riguarda ad esempio i documenti comprovanti l’invalidità. Continue Reading…

Da “pazza” a volontaria: la storia di Rita, che ha vissuto in manicomio e ora aiuta gli altri

da Superabile INAIL

Ricoverata per lungo tempo nella struttura per malati psichici Villa Pini, a causa della sua schizofrenia, è stata poi presa in carica dalla Asl Lanciano Vasto Chiesti, con un percorso riabilitativo personalizzato, con ottimi risultati Oggi è “facilitatrice della salute mentale” per gli utenti del centro

ROMA – La malattia mentale non è per sempre: la guarigione è sempre possibile, con un’adeguata presa in carico e un percorso terapeutico personalizzato. Non è solo una teoria, è storia vera e vissuta: è la storia di Rita (nome di fantasia”, che ci viene trasmessa dalla Asl di Lanciano-Vasto-Chieti. Fino a qualche anno fa era considerata “pazza” e ricoverata per la sua schizofrenia. Oggi è, tecnicamente, “facilitatrice della salute mentale” presso il centro diurno di via Milano: in altre parole, offre la propria storia e la propria esperienza a chi soffre di un disagio psichico. Quel disagio che Rita, oggi sessantenne, si è quasi completamente lasciata alle spalle.
Ricoverata per molti anni nell’ex struttura per malati psichici Villa Pini per via di una patologia schizoide, dopo la chiusura dell’istituto e il conseguente trasferimento dei pazienti in altre strutture del servizio pubblico, Rita è stata presa in carico dal dipartimento di Salute mentale della Asl Lanciano Vasto Chieti, diretto da Massimo Di Giannantonio, che le ha costruito un percorso riabilitativo personalizzato. Continue Reading…

Compartecipazione del cittadino nelle cure residenziali per persone con disturbi mentali

Carissimi amici,

nel luglio scorso  la Regione ha emesso una delibera in materia di compartecipazione alla spesa sociale per le strutture residenziali che erogano prestazioni socioriabilitative psichiatriche (DGR. 395/2017).

Le Strutture Residenziali Socio-Riabilitative (S.R.S.R.) – comprese le Strutture Psichiatriche – accreditate con il SSR (Servizio Sanitario Regionale), sono di tre tipi:

  1. Strutture Residenziali Socio-Riabilitative ad elevata intensità assistenziale (SRSR 24h)
  2. Strutture Residenziali Socio-Riabilitative a media intensità assistenziale (SRSR 12h)
  3. Strutture Residenziali Socio-Riabilitative a bassa intensità assistenziale (SRSR fascia oraria)

Le tariffe giornaliere sono fissate come dalla tabella seguente. Continue Reading…

Approvate le linee guida regionali sul “Dopo di Noi”

Con la Delibera n. 454 del 25/07/2017 la Regione Lazio ha approvato il Piano regionale sul “Dopo di noi” stabilendo le modalità operative di attuazione della legge 112/2016 sull’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare e ripartisce agli ambiti territoriali le risorse del nuovo Fondo nazionale per il “Dopo di noi” trasferite al Lazio, che ammontano a 9,1 milioni di euro.

Leggi la Delibera

Housing e Salute Mentale

L’ebook spiega come creare case che ‘curano’ malattie mentali 

Un progetto coordinato dalla Asl Roma 2 premiato in Europa

di ANNA RITA CILLIS da Repubblica.it/salute

DAI MANICOMI di un tempo agli appartamenti per chi soffre di malattie mentali. Ci sono voluti molti decenni per ripensare ai luoghi abitativi per persone con problemi psichiatrici ma è stato appena pubblicato un interessante e-book che mette i piedi nel futuro dall’housing, grazie al progetto Hero promosso dal dipartimento di Salute Mentale dell’Asl Roma 2, coordinato da Massimo Cozza, (tra i più grandi del nostro Paese con un bacino di utenza di circa un milione e trecentomila abitanti)  arrivato primo tra 114 italiani che si erano presentati al bando del programma europeo Erasmus+/2016. L’ebook, “Housing e salute mentale” è stato difatti appena pubblicato in cinque lingue, e contiene 132 indicatori di qualità, suddivisi in dieci aree chiave a uso delle comunità locali. Un progetto che spazia dalla presenza di parchi e occasioni di socializzazione alla possibilità di accedere a Internet.
A monte un capillare lavoro portato avanti nell’ultimo anno in cinque paesi partecipanti al progetto attraverso 25 focus-group realizzati a Roma, Atene, Zagabria, Gent, Lier e Bornem e a Liverpool: 249 persone in tutto tra pazienti, familiari, operatori dei servizi dei sanitari e semplici cittadini.
Il team internazionale ha anche analizzato 65 documenti sul tema dell’housing, pubblicati negli ultimi 30 anni. Ma la vera particolarità del progetto è come realizzare appartamenti abitati da pazienti psichiatrici gravi supportati da una rete di rapporti e relazioni che consentano una riabilitazione e una migliore qualità della vita con il coinvolgimento diretto degli operatori sanitari non solo nell’assistenza ma anche nella costruzione di reti di sostegno e di rapporti sociali. In sostanza l’e-book vuole essere un contributo alla diffusione di esperienze ed idee sull’Housing, rivolto a tutti coloro che direttamente o indirettamente hanno a che fare con esperienze di disturbi di salute mentale.
“Il progetto – spiega Flori Degrassi, direttore generale dell’Asl Roma 2 – s’inserisce a pieno titolo nel piano d’azione della Salute Mentale 2013-2020 promosso dall’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità. Hero ha attribuito valore allo scambio tra cittadini, utilizzatori dei servizi con i loro familiari, operatori della salute mentale, stakeholders, social workers, nella costruzione di un percorso integrato verso una qualità di vita che faciliti il benessere e l’inclusione sociale contro lo stigma e l’emarginazione”.

leggi l’ebook Housing e Salute Mentale

Insediate le Consulte Dipartimentali Salute Mentale

Il giorno 3 Luglio, le associazioni che componevano le precedenti Consulte Dipartimentali Salute Mentale ASL RMB e RMC, divenuta ASL Roma 2 hanno proceduto alla nomina del nuovo Presidente nella persona del Prof. G. Digilio.

Il giorno 7 Luglio, le associazioni che componevano le precedenti Consulte Dipartimentali Salute Mentale ASL RMA e RME, divenuta ASL Roma 1 hanno proceduto alla nomina del nuovo Presidente nella persona della Prof.ssa A. Cammarota.

Ad entrambi i Presidenti i nostri migliori auguri di buon lavoro.

Bracciano – Spettacolo Teatrale

Bracciano – Spettacolo Teatrale

Il 29 Maggio scorso presso i locali della Sala Polifunzionale dell’Ospedale Vecchio di Bracciano si è svolto lo spettacolo “Andare a teatro ….. e altre storie” presentato dalla “BRIGATA DEI DISTRATTI”, a conclusione del laboratorio teatrale che a partire da Novembre 2016, ha visto coinvolte le persone seguite dal locale Centro Diurno Riabilitativo 3 del DSM ASL Roma 4.

La realizzazione è stata possibile grazie al sostegno economico delle famiglie, dell’Aresam Onlus e dei Lyons di Bracciano e all’impegno del personale tutto del Centro Diurno.

Continue Reading…